Aiuto a coppie e famiglie in difficoltà

VILLA RASPA di SPOLTORE: aperto in Via Italia lo sportello di sostegno psicologico “Gianni Silvidii”

Spoltore. Ha aperto i battenti a Villa Raspa la nuova sede dell’associazione Gianni Silvidii, fondata tre anni fa, che finora aveva operato a Pescara. Il sodalizio, che si occupa di coppie e famiglie in difficoltà, porta il nome di un giovane di Villa Raspa, morto a 28 anni nel 2005, in un incidente stradale. Il nuovo quartier generale dell’associazione è situato in via Italia.

All’inaugurazione dei locali, dove d’ora in poi funzionerà lo sportello di aiuto psicologico per superare il disagio familiare, hanno partecipato diverse autorità, il sindaco Franco Ranghelli, il presidente del consiglio comunale Luciano Di Lorito, gli assessori Lorenzo Mancini, Domenico D’Onofrio e Luciano D’Incecco, il presidente Marino Roselli, i parroci Don Vito Cantò e Don Palmerino di Sciascio, con il direttore della Pastorale Familiare della diocesi Don Cristiano Marcucci, e il segretario del Pontificio consiglio per i testi legislativi, vescovo Juan Ignacio Arrieta.

L’associazione è presieduta da Enzo Silvidii, padre del giovane tragicamente somparso che intende onorare il ricordo del figlio portando avanti un’opera in aiuto alle persone che si trovano in condizioni di disagio.

“Con la nascita di questa associazione abbiamo dimostrato che la morte si può trasformare in una benefica opportunità evolutiva” ha detto Silvidii. “Bisogna che tutti noi dobbiamo aiutare la famiglia, che non va mai lasciata sola, è una risorsa importante per la società”.

Nel centro d’ascolto gli utenti potranno contare sull’intervento di personale qualificato. Ci sono anche uno psicologo e un avvocato a disposizione per i casi che necessitano delle loro professionalità.

I volontari che prestano servizio nella struttura hanno anche seguito un corso di formazione, per meglio rispondere alle sollecitazioni che si potrebbero verificare nel corso della loro attività. (g.d.l.)

Lascia un commento

otto − 6 =